Argomenti di architettura

Domus.Cad
Artlantis
Print2Cad

DigiCad 3D

Argomenti di topografia

Nonio A
Nonio C
DomusTerra
HighRoad

TabulaeDomus
Policantieri 3K

LTB Light

Argomenti di Ingegneria
DomusWall
VerPres iPhone

Argomenti di Geotecnica

Geo-Tec A
Geo-Tec B
Geo-Tec C
Geo-Tec D


English Home Page


LTB Light

Illuminotecnica





Software per la progettazione architettonica e la simulazione integrata di luce artificiale e naturale per interni ed esterni "Let There Be-LIGHT".


Partita di palla a volo, il ricevitore vede arrivare la palla, ma, inspiegabilmente, sbaglia la ricezione. Cosa e' successo? Semplicemente la palla ha attraversato zone del palazzetto dello sport con diverse intensita' di illuminazione e questo ha dato una falsa impressione di velocita' e di direzione.Una bella chiesa rinascimentale, grandi affreschi alle pareti, statue meravigliose, vetrate policrome, ma, inspiegabilmente, gli affreschi non risaltano, alcuni spazi scuri fanno perdere l'armonia degli spazi architettonici, i colori appaiono innaturali e anche un po' spettrali.

Cosa e' successo? E' semplicemente un problema di luce.Un'aula scolastica, ultim'ora, l'insegnante tenta disperatamente di tenere viva l'attenzione degli studenti mentre disegna dei grafici sulla lavagna. Cosa sta succedendo? Forse e' colpa del livello di illuminazione insufficiente sui banchi piu' lontani dalle finestre, dello strano riflesso di luce su parte della lavagna e dei diversi gradi di illuminazione dell'aula che fanno continuamente aprire e chiudere l'iride degli studenti tutte le volte che spostano lo sguardo dalla lavagna al quaderno e viceversa.

Queste sono solo alcune delle problematiche legate all'illuminazione. Sembrerebbe che l'unica soluzione sia rifare l'impianto, magari sperando che l'esperienza del progettista sia sufficiente ad evitare altri errori o che l'intuito di un artista risolva tutti i problemi.


"Let There Be-LIGHT" é uno strumento all'avanguardia per il calcolo illuminotecnico con sorgenti naturali e artificiali, in ambienti sia interni che esterni adoperando il metodo della radiosità progressiva.i.radiosità progressiva; su una modellazione della scena ad elementi finiti.i.elementi finiti;.

La gestione dei dati avviene attraverso l'uso un potente CAD interno, direttamente in vista prospettica. E' possibile introdurre superfici piane con vetrature colorate, arredi, superfici curve come cilindri, coni, ellissoidi, iperboloidi ed oggetti complessi precostituiti come volte a crociera, cupole, volte lunettate, ...LTB-LIGHT può scambiare informazioni con altri CAD attraverso files DXF e 3DMF.E' possibile controllare i livelli di illuminazione e di abbagliamento, la potenza installata, ottimizzare la disposizione, il tipo, il numero degli illuminanti e delle aperture, la resa cromatica nelle riflessioni multiple,...Le sorgenti luminose sono gestite dal programma esterno LIGHTMARE automaticamente lanciato da LTB-LIGHT, che permette di importare, mostrare ed usare file dati in formato IESNA LM-63.i.IESNA LM-63; (file testo ASCII normalmente usati dai Costruttori di apparecchi luminosi Nord-Americani).

LTB-LIGHT presenta i risultati in vista prospettica a colori reali sulla griglia di elementi finiti per l'intero modello. Per ogni oggetto della scena é inoltre possibile avere una vista proiettata in piano a colori reali con sovrapposte curve iso-valore.

Il programma é inoltre offre la possibilità di effettuare calcoli ed analisi per il risparmio energetico compiuto tramite un accurato bilanciamento tra illuminazione artificiale e naturale.



LTB-LIGHT completa l'attuale carenza del mercato nei settori

d' Architettura ed Ingegneria, un prodotto altamente scientifico che affronta le problematiche di verifica con un approccio scientifico e professionale.

Seguono alcuni esempi (un click sulle immagini per ingrandirle).


S.Paolo (CT)


Piazza di Zavattarello (PV)


Cattedrale S.Maria del Fiore (FI)


Piazza


Volta a crociera (Risultati)



Accedi all'area di download e scarica tanti programmi gratuiti, prezzari, fogli elettronici, documentazione e le versioni demo

Applicazioni WEB da utilizzare ovunque e con qualsiasi dispositivo (PC,MAC, IPAD, IPHONE, ANDROID, TABLET ecc)

Cos'e' LTB-LIGHT?

LTB-LIGHT è uno strumento elettronico specializzato per l'esecuzione di calcoli illuminotecnici quali il controllo della quantità di energia erogata, la corretta disposizione degli illuminanti per tipo, quantità e potenza, controllo e verifica di legge della rispondenza degli impianti, ecc. Il calcolo è eseguito su qualunque superficie sia piana che non (ad esempio superfici biconvesse quali sfere ed ellissoidi), di oggetti architettonici, strade, monumenti, gallerie, sale mostre ed ogni altra possibile ambientazione, anche geometricamente complesse, difficili da schematizzare e calcolare attraverso l'uso delle consuete tabelle e/o diagrammi. LTB-LIGHT, possiede al suo interno un database implementabile, contenente:

* le informazioni geografico/territoriali delle maggiori località italiane
* librerie di illuminanti e files collegati contenenti i prezzi in varie valute;
* libreria di cavi elettrici comprensive di prezzi in varie valute;
* libreria di pezzi speciali comprensiva di prezzi in varie valute;

Il programma è dotato di un'intefaccia CAD capace di generare oggetti parametrici morfologicamente definiti (volte a crociera, a padiglione, cupole, ecc.) o liberamente generabili attraverso l'uso di primitive (cubi, sfere, coni, ecc.) allo scopo di semplificare al massimo le procedure di disegno. L'unica finestra di lavoro, proietta all'interno di uno spazio tridimensionale che visualizza il sistema assiale di riferimento ed un piano di modellazione virtuale.

La razionalizzazione e l'intuitività dei comandi disponibili consentono l'acquisizione immediata della maggior parte delle potenzialità grafiche messe a disposizione dal programma, riducendo al minimo i tempi di apprendimento. Inoltre possibilità di UNDO e REDO, e registrazione del file su disco in caso di crash del sistema o blackout elettrico, automaticamente senza intervento dell'utente, consentono possibilità di controllo e sicurezza nello svolgimento del lavoro.

Gestione potente dei LIVELLI e delle ZONE (aree di calcolo), opzioni di INCOLLAGGIO intelligente (il programma consente di copiare gli attributi di un oggetto e di incollare solo ciò che è possibile su un oggetto con caratteristiche differenti), possibilità di ESTRUSIONE, HELP in linea per l'esecuzione di alcuni comandi; queste alcune delle possibilità offerte dal programma.

Le sorgenti luminose, calcolate come sorgenti volumetriche, sono interamente gestite dal programma, che permette di importare, mostrare ed usare file dati in formato IESNA LM-63 (file testo ASCII normalmente usato dai Costruttori di apparecchi luminosi Nord-Americani), EULUMDAT (formati standard europei) e perfino immagini PICT (il programma converte disegni in fotometrie)!; i solidi fotometrici sono schematizzati secondo 16 curve C azimutali e 180 angoli gamma zenitali, mentre il colore delle lampade viene assegnato tramite temperatura di colore o colore reale in RGB.
Un ulteriore garanzia di semplificazione, deriva dal fatto che LTB-LIGHT gira su piattaforme con sistema operativo MacOS di Apple Computer, rispettandone appieno le specifiche. Quindi gira su Macintosh, Power Computing, Daystar, Umax, IBM, Olivetti per fare qualche nome, ed è compilato in codice nativo per sfruttare tutte le potenzialità dei processori PowerPC di Motorola.

Questo garantisce prestazioni elevate, affidabilità e possibilità di crescita. LTB-LIGHT, infatti, è scritto in linguaggio C-ANSI, che ne garantisce portabilità immediata su altri sistemi operativi.

La semplicità d'uso e l'interfaccia da modellatore non devono ingannare; LTB-LIGHT non é il classico CAD, ma possiede strumenti simili allo scopo di ottenere un sistema di input semplice ed efficace. Gli strumenti CAD servono a creare la scena da sottoporre ai calcoli successivi. Applicando le "sorgenti", l'insieme sarà completo. Bisognerà avviare i calcoli, che il programma esegue totalmente in background, ed attendere i risultati. Quindi, passare alla verifica, sia visivamente sullo spazio virtuale generato dal programma che, tecnicamente attraverso la quantità di dati numerici sviluppati.
Il programma presenta, infine, la possibilità di esportare in RTF una lista completa e formattata secondo le esigente dell'utente dei prodotti installati e di eventuali pezzi speciali, completa di computo economico e di potenza elettrica installata.

Il metodo

Dando per scontata la fase di creazione della scena, o l'importazione di questa in uno dei formati gestiti dal programma (DXF e PICT), il metodo adoperato per i calcoli, è quello della radiosità. Gli oggetti della scena da studiare, vengono divisi in elementi finiti illuminati, su cui valutare la quantità di illuminazione diretta, dovuta alle sorgenti naturali (Sole e volta celeste) e/o artificiali. Il metodo prevede il calcolo delle riflessioni multiple successive (per gli interni) fino (a meno che non fermiamo il calcolo) alla completa ridistribuzione degli illuminamenti. Nel caso in cui il calcolo sia stato interrotto, è possibile riprenderlo dal punto in cui era stato sospeso per portarlo a completamento. Le informazioni disponibili a calcolo avvenuto sono sia di tipo visivo (immagine a video) che di tipo numerico per le verifiche richieste. La vista reale finale è costruita a 32 bit (milioni di colori) di profondità video per quelle configurazioni hardware che lo consentono, ma comunque sempre alla massima risoluzione in esportazione.

Uscita video

Le singole superfici dell'oggetto sottoposto a calcolo, sono editabili e possono essere proiettate su un piano e presentate con i colori reali, dopo l'illuminamento, su entrambe le facce. Inoltre l'intera scena appare sullo schermo ed è modificabile in tempo reale in quanto il programma conserva tutte le informazioni sull'illuminamento calcolate precedentemente. Questo significa che i tempi di calcolo sono più lunghi, ma comunque proporzionali alla complessità della scena ed alle sorgenti luminose disposte in essa, ma per controparte, al loro completamento, è consentito un totale controllo della scena, in tempo reale, da qualunque punto di vista scegliamo. LTB-LIGHT possiede, inoltre, uno strumento di sezione, che in pratica sposta il piano normale all'obbiettivo, quindi il piano dello schermo, avanti o indietro rispetto all'osservatore tagliando, sempre in tempo reale, la scena per verificare l'illuminamento degli eventuali spazi interni non visibili.

Uscita numerica

Le uscite di tipo numerico sono riscontrabili sulle superfici proiettate sul piano e mostrate a curve isovalore:

  • Illuminamenti orizzontali, verticali secondo le direzioni X+, Y+, X-, Y-, semicilindrici e in direzione della telecamera principale;
  • Luminanze;
  • Coefficienti di Luce Diurna (ove consentito);
  • RGB;
  • Fattore di contrasto (C.R.F.);
  • Indici di Abbagliamento (TI, G, U.G.R., C.G.I. e G.R.);
  • Inquinamento Luminoso.

Le curve visualizzate possono essere rappresentate in sovrapposizione alla vista a colori, stampate direttamente, incollate sulla clipboard o conservate in uno dei formati di export (DXF, PICT vettoriale, ...).

A cosa serve?


E' chiaro dopo questa premessa che, l'applicabilita' di LTB-LIGHT e' ampia ma comunque ben mirata su tipologie di problemi ben definite. LTB-LIGHT e' uno strumento flessibile, rapido e semplice per affrontare e risolvere problemi legati alle diverse attivita' professionali come ai differenti scopi pratici di applicazione.

E'anche un mezzo di verifica potente ed intuitivo per valutare la rispondenza degli impianti alle specifiche di legge vigenti. Infine, permette la quantizzazione economica dell'intero progetto, comprensiva di corpi illuminanti, cavi elettrici e pezzi speciali scelti da un database implementabile dall'utente in piu' valute.

LTB-LIGHT e' quindi lo strumento ideale per:

  • dimensionamento e scelta cromatica degli illuminanti per:
    esterni - strade, gallerie, arredo urbano, stadi, monumenti, ecc;
    interni - sale per mostre ed esposizioni, auditorium, vetrine, ecc;
  • ottimizazione scelta delle superfici vetrate;
  • scelta degli intonaci sulla base dell'effettiva resa cromatica;
  • studio delle ombre proprie e portate;
  • verifiche per riprese televisive e controlli di abbagliamento;

A chi serve?


LTB-LIGHT è un programma rivolto ai professionisti che operano nel settore, architetti, ingegneri, scenografi, allestitori, ed alle loro esigenze professionali. Alle grandi industrie del settore che progettano illuminanti, agli enti che ne determinano i luoghi di applicazione, ai tecnici incaricati delle verifiche degli impianti e al controllo della conformità e dell'idoneità degli impianti. LTB-LIGHT implementa la tecnologia Quickdraw 3D (vers.1.5.1 o superiore) per ottenere un rapido controllo del corretto posizonamento degli illuminanti.

Riferimenti legislativi


  • Legge 5/8/75 n.412 "Norme sull'edilizia scolastica..." (G.U.n.229 del 28/8/75) sez. 5.2 "Condizioni dell'illuminazione del colore".
  • Norma UNI 10380 "Illuminazione di interni con luce artificiale"
  • Norma UNI 10439 "Requisiti illuminotecnici delle strade con traffico motorizzato".
  • Norma UNI 13201 "Illuminazione stradale"
  • Norma UNI 11095 "Illuminazione delle gallerie"
  • Norma UNI 9316 "Illuminazione per le riprese televisive a colori".
  • Norma EN 12464 "Luce e Illuminazione - Illuminazione dei luoghi di lavoro"
  • Legge n.41 del 10/04/00 della Regione Basilicata "Inquinamento luminoso e conservazione della trasparenza e stabilita' atmosferica dei siti di ubicazione di stazioni astronomiche"
  • Legge n.12 del 25/07/02 della Regione Campania "Norme per il contenimento dell'inquinamento luminoso e del consumo energetico da illuminazione esterna pubblica e privata a tutela dell'ambiente, per la tutela dell'attivita' svolta dagli osservatori astronomici professionali e non professionali e per la corretta valorizzazione dei centri storici"
  • Legge n.19 del 29/09/03 della Regione Emilia Romagna "Norme in materia di riduzione dell'inquinamento luminoso e di risparmio energetico"
  • Legge n.23 del 13/04/00 della Regione Lazio "Norme per la riduzione e per la prevenzione dell'inquinamento luminoso"
  • Legge n.17 del 23/02/00 della Regione Lombardia "Misure urgenti in tema di risparmio energetico ad uso di illuminazione esterna e di lotta all'inquinamento luminoso"
  • Delibera della Giunta Regionale della Lombardia n. 2611 del 11 Dicembre 2000 "Aggiornamento dell'elenco degli osservatori astronomici in Lombardia e determinazione delle relative fasce di rispetto"
  • Delibera della Giunta Regionale della Lombardia n. 7/6162 del 20 Settembre 2001 "Criteri di applicazione della L.R. 17..."
  • Legge n.10 del 24/07/02 della Regione Marche "Misure urgenti in materia di risparmio energetico e contenimento dell'inquinamento luminoso"
  • Legge n.31 del 24/03/00 della Regione Piemonte "Disposizioni per la prevenzione e lotta all'inquinamento luminoso e per il corretto impiego delle risorse energetiche"
  • Legge n.37 del 21/03/00 della Regione Toscana "Norme per la prevenzione dell'inquinamento luminoso"
  • Legge n.17 del 28/04/98 della Regione Valle d'Aosta "Norme in materia di illuminazione esterna"
  • Legge n.22 del 26/06/97 della Regione Veneto "Norme per la prevenzione dell'inquinamento luminoso"
  • Deliberazione della Giunta n. 2301 del 22 GIU. 1998 "L.R. n. 22/97 - Prevenzione dell'inquinamento luminoso. Comuni i cui territori ricadono nelle fasce di rispetto previste"

Galleria di immagini


Un click sulle immagini per ingrandire.


Progetto rapido di un'area


Progetto rapido di una stanza


Progetto stradale


Tabella editabile


Diagramma cartesiano


Diagramma polare

Monastero di S. Chiara (PA)

Monastero di S. Chiara (PA) - Mappa Lux

Piazza Garibaldi a Sassuolo

Piazza Garibaldi a Sassuolo

Tempio di Apollo a Siracusa

Tempio di Apollo a Siracusa - Mappa Lux


Versione dimostrativa


Scarica la versione dimostrativa dall'Area di Download!

 

Consulta il Listino Prezzi

Interstudio S.r.l. - Piazza Monteoliveto 6/a - 51100 Pistoia -
tel. 0573 99291 - fax. 0573 992930