DomuSismi

DomuSismi è un’applicazione WEB gratuita di Interstudio Tools che permette di determinare i parametri sismici in funzione della classe d’uso, del periodo di riferimento, dello stato limite e delle coordinate geografiche indicate direttamente sulla mappa.

DomuSismi è un’applicazione gratuita di Interstudio Tools che permette di determinare Ag, F0 e T* in funzione delle coordinate geografiche, del periodo di riferimento, della classe d’uso e dello stato limite. Permette inoltre il calcolo dei coefficienti sismici Kh e Kv, in funzione anche della Categoria del sottosuolo e della Categoria topografica.

E’ in grado di prendere la posizione direttamente dalle mappe di Google Map™, trasformando le coordinate geografiche del sistema WGS84 nelle corrispondenti coordinate del sistema EDM 50 (European Datum 50), in modo da effettuare un calcolo corretto in base alla mappatura sismica italiana.

VerPres Dati sezione

Coordinate geografiche

Le coordinate geografiche sono inserite secondo il sistema WGS84 (World Global System), utilizzato dai GPS, Google Map e altri sistemi moderni.

Il sistema cartografico italiano, sul quale è mappata la griglia sismica, è basato invece sul formato EDM 50 (European Datum 50) utilizzato dalla cartografia italiana, compreso IGM.

I due formati non sono uguali e quindi le coordinate WGS84 non sono direttamente utilizzabili per la determinazione degli spettri. Alcuni programmi e alcune applicazioni web lo fanno, ma in questo modo introducono degli errori sensibili.

DomuSismi permette di utilizzare anche il sistema WGS84 convertendolo in EDM 50, permettendo quindi di utilizzare correttamente questo tipo di coordinate.

La precisione della conversione utilizzata è di circa 3 – 4 m, perfettamente sufficiente per la determinazione dei parametri spettrali, tuttavia questa procedura non è utilizzabile per la conversione di coordinate geografiche a fini topografici, dove la precisione necessaria è notevolmente maggiore (circa 1 m per carte scala 1:5000).

Se le coordinate sono in formato sessagesimale (gradi, primi e secondi) DomusSismi effettuala conversione da sessagesimale a sessadecimale, il sistema usato per la determinazione dei parametri spettrali.

Le coordinate possono essere inserite tramite la localizzazione diretta su una mappa Google Map.

 

Inserimento dei dati

 

Cliccando su un punto della mappa vengono visualizzate le coordinate gepgrafiche del punto che possono essere scelte dall’apposito bottone.

Scelta del punto sulla mappa

 

Risultati

Il bottone Vedi risultati crea un rapporto completo dei risultati con la mappa.

La mappa riporta il punto di progetto e i 4 punti vicini della griglia sismica italiana. La mappa è navigabile e un click sui segnali visualizza le coordinate.

Dati

Latitudine :
Longitudine :
Anni :
Classe d’uso :
Categoria sottosuolo :
Categoria topografica :

 

 

Ecco un esempio di risultato nel caso di SLV (Salvaguarda della vita)

Risultato

Tempo di ritorno(anni) :
Ag :
Ag/g :
F1 :
T*C(sec) :

Vicini nella griglia

Id Longitudine Latitudine Ag: F0: T*C
19165 43.955 10.851 1.9090555330555967 2.3843662738499942 0.29
19166 43.957 10.921 1.9332465081261343 2.3843662738499942 0.29
19388 43.907 10.923 1.680748337210834 2.3930680761618484 0.3055882019945394
19387 43.905 10.853 1.6600995549756976 2.397403737522176 0.3055882019945394
Coefficiente stratigrafico :
Coefficiente topografico :

Coefficiente sismico per stabilità dei versanti e per verifica della capacità portante

Coefficiente riduzione accelerazione attesa al sito :
Coefficiente sismico orizzontale Kh :
Coefficiente sismico verticale kv :

Coefficiente sismico per muri di sostegno

Coefficiente riduzione accelerazione attesa al sito :
Coefficiente sismico orizzontale Kh :
Coefficiente sismico verticale Kv :

 

Il bottone Stampa permette di visualizzare i dati e risultati senza le intestazioni e i bottoni, in modo tale che possano essere stampati regolarmenre.

I bottoni Esporta in Word e Esporta in Open Office permettono di esportare i dati e i risultati sul proprio computer nei formati di Microsoft Word (.doc) e OpenOffice.

Il bottone Esporta PDF permette di salvare un documento PDF con tutti i dati e i risultati

Il bottone Ricevi per Email permette di spedire all’indirizzo registrato nel proprio account una email con allegato il documento in PDF. Questa funzione è utile quando l’applicazione è utilizzata su un computer diverso dal proprio od anche su un tablet fuori dell’ufficio.

Un’altro modo per portare i risultati all’interno della propria relazione è selezionando la parte che interessa, copiandola con il comando Copia e incollandola con Incolla.

 

Maggiori dettagli su DomuSismi …

 

  • Posizione direttamente dalle mappe Google Map™
  • Ricerca anche per località e indirizzo
  • Indicazione grafica del punto interessato e della griglia di riferimento
  • Determinazione di Ag, F0 e T* per SLV, SLD, SLC e SLO
  • Determinazione di Kv e Kh per muri di sostegno, pendii e fondazioni
  • Condivisione con altri utenti e clienti
  • Spedizione tramite email
  • Esportazione in formati PDF, Microsoft Word™ e OpenOffice™
Sia per lo stato originario che per lo stato modificato si procede al calcolo delle rigidezze, dei tagli ultimi e degli spostamenti ultimi secondo le procedure descritte di seguito.

Le relazione per il calcolo della rigidezza è:

      Glt           1
K  =  ____   __________________
      1.2h   1+ G/(1.2E)(h/l)^2

In cui h, L, t sono rispettivamente altezza, lunghezza e spessore del setto, G è il modulo di elasticità tangenziale.

 

Per ciascun setto si assume come forza ultima il minimo tra i valori seguenti:

- taglio per fessurazione diagonale (par. C.8.7.1.5). Questo valore è indicato per murature disordinate o in cattive condizioni, altrimenti è consigliabile la relazione del par. 7.8.2.2.2.

- forza derivante dal momento ultimo per pressoflessione (par. 7.8.2.2.1)

- taglio per scorrimento (par. 7.8.2.2.2)

Sulla base della forza ultima minima si determina per ciascun setto lo spostamento relativo corrispondente.

In base al valore minimo di tutti gli spostamenti ultimi dei setti costituenti la parete si ricalcolano le forze resistenti di ciascun setto e quindi ila forza orizzontale ultima della parete.

Per la parete corrispondente allo stato modificato si determina anche la forza che assorbe la cerchiatura metallica in corrispondenza dello spostamento ultimo minimo precedente.La forza calcolata in questo modo è confrontata con la forza ultima assorbibile dal telaio in acciaio in funzione delle caratteristiche del materiale e dei profilati utilizzati e, se inferiore a quella precedente è utilizzato quest’ultimo valore.

Lo spostamento ultimo di ciascun setto, par. C.8.7.1.4., viene determinato come percentuale dell’altezza ed in particolare:

0,4%H per meccanismo di rottura per taglio

0,6%H per meccanismo di rottura per pressoflessione.

Si procede quindi alla verifica dell’architrave sia per SLE che per SLU secondo quanto prescritto dalla normativa.