Vista 3D

Il mio modello appare nero nella finestra 3D. Perchè?


Molto probabilmente sta usando dei muri o degli elementi neri. Provi a cambiare il colore del materiale.

Normalmente se il modello si vede nero i motivi possono essere:

  • - Il materiale del modello è il nero
  • - Non vi sono luci
  • - Vi sono delle luci ma stiamo vedendo il modello dalla parte opposta delle luci e non e' stata inserita la luce ambiente.

Quale è l’utilizzo della luce ambiente?


La luce ambiente ha lo scopo principale di schiarire le zone in ombra.

Senza la luce ambiente tutte le parti in ombra sono perfettamente nere.

La mancanza di luce ambiente crea un'immagine molto contrastata, mentre una predominanza della luce ambiente sulle altre luci crea un'immagine pochissimo contrastata.

Un altro utilizzo è quello di dare una particolare atmosfera alla scena tramite una luce ambiente colorata.

Perchè salvando dall’icona di salvataggio della finestra 3D non riesco riaprire con Domus.Cad?

Il salvataggio sulla finestra 3D non salva il programma, ma un'immagine bitmap del contenuto della finestra 3D. Se si vuole aprire tale immagine su Domus.Cad, va riaperta importando l'immagine con una risoluzione di 72 ppi.

Perché non appaiono le porte e le finestre in 3D?


Le porte e le finestre in 3D potrebbero non essere evidenti se hanno lo stesso colore del muro e non vi sono sorgenti luminose.

Imposti almeno una sorgente luminosa direzionale e orienti la direzione in modo da avere un buon contrasto. Utilizzi anche colori diversi tra finestre e muri.

Inoltre nella finestra di dialogo Parametri Proiezioni e sezioni è possibile rendere le finestre completamente trasparenti.

Perchè salvando dall’icona di salvataggio della finestra 3D non riesco riaprire con Domus.Cad?

Il salvataggio sulla finestra 3D non salva il programma, ma un'immagine bitmap del contenuto della finestra 3D. Se si vuole aprire tale immagine su Domus.Cad, va riaperta importando l'immagine con una risoluzione di 72 ppi.

Disegno

Attivando e disattivando la visualizzazione della griglia rimane accesa l’icona relativa sulla palette in alto?


L'attivazione della griglia è una cosa e la visualizzazione della griglia è un'altra. Le due cose sono indipendenti.

Posso avere la griglia attivata e non visualizzata e viceversa.

L'attivazione della griglia si effettua cliccando sull'apposita icona o scegliendo l'equivalente voce da menu.

La visualizzazione è un'opzione che si sceglie dall'interno della finestra di settaggio dei parametri della griglia.
 

Come si fa a fare un foro in un solaio?

I passaggi per effettuare un buco in un solaio sono i seguenti: Sopra i solaio che vuole bucare disegni una curva o un poligono con la forma del buco PastedGraphic-1 Selezioni sia il solaio che il poligono   PastedGraphic-2   Clicchi sull’icona di foratura nella palette n. 3 PastedGraphic-3   Questo è il risultato: PastedGraphic-4   Per effettuare il secondo foro conviene tagliare il solaio in più parti in modo tale che ogni parte abbia un solo foro. Può effettuare un foro alla volta. Veda immagine allegata: PastedGraphic-2 L’esempio della finestra sul tetto presente nel manuale segue un’altro approccio, che è quello di tagliare il tetto più volte in modo da utilizzare i pezzi tagliati, modificandoli, per ottenere la finestra stessa.    

A volte nel disegno, anche se l’opzione aggancia punti è attiva, non si vede la “calamita” sul punto vicino. Perchè?

Se vi sono altri piani visibili, oltre a quello corrente, l'attacco agli elementi degli altri piani e degli oggettidipende dal settaggio della relativa opzione nella finestra di dialogo dei piani.

Come si utilizza lo strumento forbici?

Per quanto riguarda la funzione di taglio (icona forbici) deve tenere conto che lo strumento taglia solo gli elementi della funzione della palette 1 attiva in quel momento. Se sono impostati segmenti taglia solo segmenti, se sono impostati solai taglia solo i solai ecc. Per tagliare quindi un solaio con le forbici, deve prima cliccare sull’icona dei solai, in modo da rendere attivo il modo operativo solai come moto corrente, dopo di che deve tagliare con le forbici, che taglieranno qualsiasi solaio interamente compreso nella linea di taglio. Le forbici si utilizzano cliccando su un punto e tracciando (tenendo il mouse premuto, come se fosse una taglierina). Durante il tracciamento viene disegnato un segmento per indicare dove stiamo tagliando. Gli elementi tagliati sono dello stesso tipo dell’operazione corrente, quindi possono essere selezionati ciccandoci sopra con l’icona della freccia dis elezione e spostati trascinandoli con il mouse, come qualsiasi elemento selezionato. Quando l’elemento è selezionato può essere cancellato con il tasto di cancellazione da tastiera o col il comando Cancella xxxx da menù Modifica (Comp su Mac Os X).

Perchè l’esportazione DWG/DXF di Domus.Cad esporta solo il piano attivo o la tavola di disegno?


Essendo Domus.Cad un programma 3D di tipo architettonico, non si puo' esportare l'intero disegno come succederebbe su Autocad o altri programmi simili, perchè tutti gli elementi e i vary layer sarebbero uno su l'altro e non ci si capirebbe più niente, per cui viene esportato il piano attivo.

L'altra opzione è di esportare le tavole di disegno così come sono impaginate. Naturalmente possono essere esportati in diversi documenti tutti i piani del disegno.

Come funzionano i riempimenti a tassello?


Opus Incerta, termine latino che indica un modo particolare di murare pietre a spacco naturale. Quando il rapidograph la faceva ancora da padrone, era da come veniva disegnata manualmente un'area tipo "Opus Incerta" che veniva giudicata l'abilità di un bravo disegnatore architettonico.

Con l'avvento del CAD l'Opus Incerta è andata per un po' in cassa integrazione, perchè i programmi di disegno erano molto bravi a riempire aree con riempimenti regolari a tratteggio oppure di tipo BitMap, ma rendevano molto difficile l'uso di riempimenti irregolari.

Poi alcuni programmi hanno cominciato in vario modo a consentire qualche forma di riempimento irregolare ed infine i programmi di rendering hanno permesso di rappresentare l'Opus Incerta, le tegole, i coppi, il legno ecc. non più come dei semplici tratti di penna, ma addirittura con testure fotorealistiche.

Ciononostante il vecchio disegno ha sempre un certo fascino ed è comunque insostituibile nelle tavole di tipo tecnico quali piante, prospetti, sezioni e particolari costruttivi.

Domus.Cad affronta questo tema e lo fa in modo completo ed esauriente. Il principio base è quello del tassello.

In Domus.Cad un tassello è un elemento di disegno base che, ripetuto, viene utilizzato per riempire un'area; il modo di riempire l'area dipende da una serie di parametri impostabili dall'utente.

Il disegno base per la costruzione del tassello viene creato su un piano utilizzando tutti gli strumenti di Domus.Cad, compresi gli elementi tridimensionali e i testi vettoriali. Questo approccio fa si che si possano facilmente creare motivi anche complessi.

Al tassello base possono essere applicate delle trasformazioni che vengono usate per riempire le aree.

Tali trasformazioni sono:

  • - Offset iniziale, per individuare dove viene disegnato il primo tassello.
  • - Offset tassello. Se i due valori X e Y sono 0, allora i tasselli vengono affiancati uno all'altro in modo esatto, altrimenti viene creata una fuga pari al valore dell'offset. L'offset puo' essere anche negativo ed in questo caso viene a crearsi una zona di sovrapposizione fra i tasselli.
  • - Deformazione. Il tassello puo' essere deformato tramite due coefficienti in direzione X e Y.
  • - Scala. Un coefficiente di scala permette di ingrandire o rimpicciolire il tassello.
  • - Rotazione. Angolo per la rotazione del tassello.
I tasselli possono essere contati. Una particolare funzione permette di sapere quanti tasselli interi e quanti non interi (di bordo) stanno dentro ad un riempimento. Questa funzione è molto utile quando i tasselli corrispondano a dei rivestimenti.

Perchè non riesco a spostare un’immagine importata?

Per selezionare l'immagine e spostarla è necessario prima attivare l'icona delle immagini, che si trova dove è anche quella degli oggetti. Alternativamente si puo' selezionare con un rettangolo tenendo il tasto Comando (Mac) o Ctrl (Windows) premuto.

Come si ruotano gli oggetti?

Basta selezionare l'oggetto e scegliere l'opzione più opportuna dal menu Elabora (ruota, deforma e specchia o ribalta). L'oggetto inoltre puo' essere ruotato con il mouse selezionandolo e prendendo un angolo con il mouse, mentre si tiene premuto il tasto Ctrl (Windows), Comando (Mac) oppure il tasto Alt.

Dopo che ho iniziato ad inserire un finestra in un muro tramite il mouse come faccio a passare all’inserimento numerico dell’ultimo estremo?


Clicchi con il mouse ove vuole il primo estremo, poi vada in inserimento numerico (relativo assoluto ecc) e inserisca le misure per il secondo estremo e prema sui bottoni Prossegui o Traccia.

Meglio ancora se utilizza le modalità di inserimento numerico dentro la finestra di dialogo delle finestre e delle porte.

Perchè a volte facendo i muri spessi con angoli grandi i muri non si fondono?


Il motivo è la distanza di aggancio troppo piccola. I muri fondono se la distanza dall'estremità degli assi è minore della distanza di aggancio, nel suo caso, ove i muri sono spessi, ciò non avviene.

Consiglio di usare distanze di aggancio nell'ordine dello spessore del muro, meglio qualche centimetro in più.

Altrimenti è sufficiente prolungare un po' i muri in modo da avvicinare gli assi al di sotto della distanza di aggancio.

Interfaccia

Perchè le dimensioni del foglio che appaiono in Dimensioni Disegno sono diverse rispetto al foglio scelto in Opzioni di Stampa?


Le dimensioni che vengono prese in automatico sono quelle dell'area stampabile, non quelle del foglio. Se si sceglie, ad esempio un A4 l'area stampabile normalmente non è di 21 x 29,7, perchè sono pochissime le stampanti che riescono a stampare il cosidetto "Edge to Edge" (da bordo a bordo), ma è ridotta dei margini.

Se si fa un click in Dimensioni Foglio le misure che vengono fuori sono già detratte dei margini e quindi sono "buone" per l'impaginazione.

Perché attivando e disattivando la visualizzazione della griglia rimane accesa l’icona relativa alla destra del video?


L'attivazione della griglia è una cosa e la visualizzazione della griglia è un'altra. Le due cose sono indipendenti.

Posso avere la griglia attivata e non visualizzata e viceversa.

L'attivazione della griglia si effettua cliccando sull'apposita icona o scegliendo l'equivalente voce da menu.

La visualizzazione è un'opzione che si sceglie dall'interno della finestra di settaggio dei parametri della griglia.

Come viene usato il tasto destro del mouse in Domus.Cad?


Cliccando con il tasto destro sul disegno o su un elemento selezionato, in modalità di selezione, appare un menù a comparsa che varia in funzione di ciò che è selezionato e che permette di operare sulla selezione o sull'intero piano attivo.

Su Mac Os il tasto destro potrebbe non essere stato abilitato dalle preferenze del mouse, in questo caso il sottomesso appare premendo Ctrl-Click.

Sul mio computer le palette degli strumenti appaiono mal dimensionate, con spazi vuoti e le posizioni di defult non sono ordinate. Come mai?

Probabilmente è impostato un carattere di sistema grande. Per imettere le cosa a posto scelga il pannello di controllo Proprietà dello Schermo, scelga in seqenza: Impostazioni -> Avanzate -> Generale e imposti Caratteri piccoli. Riavvii il computer e Domus.Cad, adesso tutto dovrebbe apparire regolare.

Modellazione 3D

Quali sono i passi per generare un’estrusione?


In generale un'estrusione si esegue con i seguenti passi:

  • Si disegna uno o più poligoni e curve (cerchio, rettangolo, mano libera ecc)
  • L'estrusione avviene utilizzando il settaggio corrente dell'elemento solaio. Normalmente conviene utilizzare solai di spessore 0, vale a dire delle semplici facce.
  • Selezioni le figure bidimensionali disegnate.
  • Effettui un doppio click sull'icona dell'estrusione o scelga il corrispondente comando da menu.
  • Si apre una finestra di dialogo ove potra' scegliere le varie caratteristiche, quali la lunghezza, l'inclinazione e se generare o no i"tappi" anteriore e posteriore.
  • Confermi. Viene generato un oggetto di libreria, che deve posizionare con il mouse nella posizione desiderata e confermare con la barra spaziatrice.
  • L'oggetto creato puo' essere separato e modificato nei singoli componenti, oppure allungato, ruotato ecc. L'oggetto viene creato con quota uguale a 0, ma essa puo' essere cambiata successivamente.

Come posso fare per creare un prato intorno all’edificio?


Per la creazione del terreno attorno all'abitazione si possono usare solai di spessore zero oppure delle mesh. Si creano così delle superfici che si possono modellare a piacere, cambiando le quote, tagliando in più parti con le forbici se necessario, aggiungendo vertici ecc.

Alla fine avremo piu elementi collegati fra loro in modo da formare l'andamento del terreno desiderato. Per meglio lavorare e modificare questi elementi fra loro connessi è utile tenere attivao il vincolo "Trasporto Vertici Coincidenti". Con questo vincolo attivo lo spostamenti di un vertice di uno dei solai o delle mesh sposta anche i vertici degli altri solai e mesh con esso coincidenti e lo spostamento di un intero elemento fa spostare anche tutti i vertici degli elementi connessi.

Per quanto riguarda il rendering sarà sufficiente assegnare un materiale con la texture dell'erba.

E’ più conveniente che il perimetro dei solai coincida col perimetro esterno o interno dei muri?

Personalmente preferisco tenere i solai interni per molti motivi:

  • Le facciate hanno un materiale omogeneo che non è interrotto dalla
  • presenza dei solai.
  • Cliccando su un solaio posso controllare immediatamente l'area
  • calpestabile del locale.
  • Prospetti, assonometrie e prospettive tecnici vengono meglio.
Fa eccezione il caso in cui interessa creare in facciata dei marcapiani con i solai rientranti o sporgenti.

Come fare una volta a crociera?

1) Disegna un arco Arco 2) Seleziona l'arco e scegli il comando "Estrudi solaio da spezzata" oppure effettua un doppio click sull'icona dell'estrusione. Inserisci la profondità di estrusione uguale alla larghezza dell'arco, in modo che la crociera sia a pianta quadrata.

Estrusione arco  Rendering estrusione arco

  3) Con l'icona degli oggetti attivata, usa le forbici per tagliare la volta lungo le diagonali. Taglio della volta 4) Seleziona e cancella le parti non necessarie. Parte tagliataRendering parte tagliata
5) Seleziona gli oggetti e duplicali.
6) Una volta diplicati, ruotali di 90 gradi attorno al centro della volta (comando Ruota dal menu Componi). Duplicata e ruotata Volta a crociera   7) Separa gli oggetti e raggruppa tutto in un nuovo oggetto, dopo di chè imposta l'altezza dell'oggetto alla quota desiderata..

Come si fa a fare un foro in un solaio?

I passaggi per effettuare un buco in un solaio sono i seguenti: Sopra i solaio che vuole bucare disegni una curva o un poligono con la forma del buco PastedGraphic-1 Selezioni sia il solaio che il poligono   PastedGraphic-2   Clicchi sull’icona di foratura nella palette n. 3 PastedGraphic-3   Questo è il risultato: PastedGraphic-4   Per effettuare il secondo foro conviene tagliare il solaio in più parti in modo tale che ogni parte abbia un solo foro. Può effettuare un foro alla volta. Veda immagine allegata: PastedGraphic-2 L’esempio della finestra sul tetto presente nel manuale segue un’altro approccio, che è quello di tagliare il tetto più volte in modo da utilizzare i pezzi tagliati, modificandoli, per ottenere la finestra stessa.    

Come si utilizza lo strumento forbici?

Per quanto riguarda la funzione di taglio (icona forbici) deve tenere conto che lo strumento taglia solo gli elementi della funzione della palette 1 attiva in quel momento. Se sono impostati segmenti taglia solo segmenti, se sono impostati solai taglia solo i solai ecc. Per tagliare quindi un solaio con le forbici, deve prima cliccare sull’icona dei solai, in modo da rendere attivo il modo operativo solai come moto corrente, dopo di che deve tagliare con le forbici, che taglieranno qualsiasi solaio interamente compreso nella linea di taglio. Le forbici si utilizzano cliccando su un punto e tracciando (tenendo il mouse premuto, come se fosse una taglierina). Durante il tracciamento viene disegnato un segmento per indicare dove stiamo tagliando. Gli elementi tagliati sono dello stesso tipo dell’operazione corrente, quindi possono essere selezionati ciccandoci sopra con l’icona della freccia dis elezione e spostati trascinandoli con il mouse, come qualsiasi elemento selezionato. Quando l’elemento è selezionato può essere cancellato con il tasto di cancellazione da tastiera o col il comando Cancella xxxx da menù Modifica (Comp su Mac Os X).

Come è possibile creare degli archi?


Il modo migliore e più semplice è di usare le varie opzioni delle finestre e delle porte.

Se non si tratta di archi semplici, ma di forme complesse quali bifore, archi a sesto acuto ecc, il modo migliore è con il comando di estrusione. Si tratta di disegnare l'arco tramite una spezzata e estruderla, son una lunghezza uguale al muro, facendo generare anche le chiusure di estremità. L'oggetto così creato puo' essere inserito dentro l'apertura di una finestra o di una porta, in modo da creare una finestra o porta ad arco.

Gli oggetti di libreria presenti nella cartella Elementi Strutturali/Archi e Volte sono stati creati in questo modo, Se invece di un'arco si desidera generare una volta, il modo più semplice è ancora usare il comando di estrusione, estrudendo un arco disegnato in modo bidimensionale con la lunghezza della volta.

E’ possibile costruire una rampa di scale che non sia quella predefinita, ma con inclinazioni diverse della rampa stessa?

La pendenza varia in funzione del dislivello, del numero di scalini e della lunghezza della pedata e quindi è possibile cambiare la pendenza. Se invece si riferisce ad una rampa che fino ad un certo punto ha una pendenza e da un punto in poi un'altra, allora è sufficiente costruire due rampe dove la seconda rampa ha la quota di partenza uguale alla quota di arrivo della prima rampa.

Come faccio ad utilizzare i serramenti 3D e i veicoli 3D delle librerie?


Per importare gli elementi di libreria, 2D o 3D, vi sono quattro possibilità:

  1. Impostare la penna ed effettuare un doppio click sull'icona degli oggetti, Si apre la finestra di scelta dei file dalla quale si puo' leggere l'oggetto di libreria desiderato.
  2. Tramite il comando Importa Oggetto Su Piano, dal menu piani, impostando l'opzione Come oggetto.
  3. In ognuno dei due casi l'oggetto è visibile in grigio e puo' essere posizionato con il mouse. Per posizionarlo in modo definitivo si deve premere la barra spaziatrice o il tasto Invio.
  4. Una volta inserito si puo' spostare ove si vuole e se ne puo' cambiare anche l'altezza di posa.
  5. Oggetti 3D possono essere applicati ad un elemento selezionato con la funzione Applica Oggetto. In questo caso l'oggetto è automaticamente adattato alle dimensioni dell'elemento selezionato.
  6. Per i serramenti 3D il modo più semplice e veloce è utilizzare il comando Applica Infisso, dall'interno della finestra di dialogo delle finestre e delle porte,

Altro

Problemi in stampa con Domus.Cad e MacOs Sierra

Con il sistema operativo Mac Os 10.12 (Sierra) ci sono problemi in fase di stampa con Domus.Cad versione 2.1 e precedenti. Questi problemi sono già stati risolti nella versione 3, disponibile i versione beta, per le altre versioni è possibile eliminare l'ostacolo con alcune procedure da eseguire una sola volta.   E' necessario ricreare le preferenze di Domus.Cac, per fare questo bisogna aprire le Preferenze Domus, cliccare su Preferenze iniziali e su Peferenze ... Ripristina

pastedgraphic-1

Dopo di che uscire dal programma e rientrare.

Deve inoltre salvare le impostazione della stampante o del plotter nella pagina della stampa come in figura, quando le preferenze sono state rigenerate. Una volta salvata per stampare puoi sempre richiamare queste impostazioni, senza dover effettuare la procedura di inizializzazione su Domus.Cad.

pastedgraphic-1-2