Nonio A 24

Vedi tutte le differenze rispetto alle versioni precedenti cliccando sotto su Versioni,

Attenzione! Per utilizzare il programma è necessario un codice di attivazione, per gli utenti lo hanno già e non è necessario reinserirlo, Per il programma in prova la richiesta deve avvenire tramite l’area download il codice viene spedito automaticamente all’indirizzo email registrato e deve essere inserito alla partenza del programma..

Dall’interno del programma è consultabile il manuale che contiene le novità principali anche rispetto a tutte le verioni precedenti

nonioa

Scarica Nonio A per Windows

Contiene Nonio A 24.0.2 –  2 ma 2024

Per Windows Vista, 8, 10 e 11

ggio
Download

Circa 252 MB

nonioa

Scarica Nonio A  per MacOs

Contiene Nonio A  24.0.2 – 2 maggio 2024

Per Mac Os dalla versione 10.14 fino a 14

Download

Circa 262 MB

Istruzioni per l’installazione

Installazione versione Windows

  • Se presenti vecchie versioni (es. Nonio A 23.x) procedere alla disistallazione seguendo la procedura standard di Windows.
  • Effettuare un doppio click su Install_NonioA.exe
  • Alla partenza del programma Inserire inserire il codice di attivazione spedito per email. Il computer deve essere collegato a Internet.

L’installazione genera un link al programma e un link alla cartella del programma sulla scrivania dell’utente.

La cartella del programma contiene alcuni esempi.

Il manuale è accessibile dall’interno del programma dal menù “Aiuto”

 

Installazione per Mac Os

  • Effettuare un doppio click sull’immagine disco NonioA24.dmg
  • Dopo che si è aperta la finestra dell’immagine disco, trascinare la cartella Nonio A all’interno della cartella Applicazioni.
  • Alla partenza del programma Inserire il codice di attivazione spedito per email. Il computer deve essere collegato a Internet.
  • Se presente, cancellare la cartella Nonio A 23

La cartella del programma contiene  alcuni esempi.

Il manuale è accessibile dall’interno del programma dal menù “Aiuto”

Come si esporta il libretto Pregeo?

L’esportazione nel formato Pregeo si fa dalla finestra del libretto Pregeo, con Archivio->Esporta Pregeo.

La finestra è editabile, per cui si possono anche cancellare e aggiungere righe, combinare file diversi e altro.

Se clicco sui punti gps che sono stati assunti come punto vertice, non compare la finestra dei dati

Succede perché il punto vertice è sopra il punto GPS, essendo stato inserito dopo. Può essere mandato dietro con il comando Manda indietro dalla palette, dopo di che il punto GPS è il primo selezionato e con un doppio click si apre la finestra dei dati,

Come si uniscono due file Pregeo successivi?

Rispetto al Nonio A 15 l’operazione avviene in due fasi. Aggiungi Pregeo crea un file provvisorio.dat che contiene il rilievo attuale + quello aggiunto collegati. Il file provvisorio viene importato in una nuova finestra da Importa Pregeo.

Il file creato può anche essere aperto dalla finestra di Pregeo, senza importarlo come rilievo, fare delle modifiche testuali e risalvarlo senza dover usare editor esterni.

Abbiamo cambiato rispetto a Nonio A 15, che effettua l’0perazione nella finestra corrente perché creava qualche problema nel vecchio e continua a crearlo nel nuovo.

 

Dove è la calcolatrice di Nonio A precedente?

la calcolatrice non è stata introdotta perché tutti i campi numerici sono campi algebrici. Al posto del numero può essere introdotta un’espressione algebrica con le quattro operazioni, le parentesi e le operazioni trigonometriche.

Le espressioni possono essere copiate e incollate. Posso ad esempio scrivere una ’espressione in un campo, selezionarla e copiarla negli appunti, incollarla in un altro campo e modificarne alcuni valori.

Può trovare maggiori dettagli nel capitolo Dati del manuale interno al programma.

 

 

Storia delle versioni

In questa sezione vengono riportate le novità delle varie versioni.

 

Versione 1645 – 24.0.2

Modifiche e correzioni

  • Migliorato l’importazione XYZ. Adesso elimina riga 0, ricalcola tutto, rinumera, seleziona e ed effettua uno zoom sulla selezione.
  • Modificata la procedura per attacca inizio poligonale. Riconosce adesso la maniglia selezionata su una stazione di un’altra poligonale.
  • Corretto GPS. Faceva errore se la poligonale corrente era superiore al numero di basi GPS.
  • Corretto orientamento con 2 PF e auto-orientamento in caso di una sola celerimensura
  • Correzioni per cancellazione poligonale e cancellazione celerimensura. Piccola correzione esportazione DWG
  • Corretto bug in importazione Pregeo
  • Era possibile muovere con il mouse le linee di definizione degli allineamenti. E’ stato corretto, adesso non è più possiibile
  • Corretto errore in inserimento dividenti e poligoni.

Versione 1644 – 24.0.1

Modifiche e correzioni

  • Corretto intruduzione di dividenti e poligoni. Faceva errore e usciva il programma.
  • Era erroneamente possibile muovere le linee di definizione degli allineamenti. E’ stato corretto.

Versione 1643 – 24.0.0

Sezioni

E’ stata introdotta l’introduzione e la gestione delle sezioni del modello del terreno.

  • Tracciamento e introduzione di sezioni ad andamento poligonale
  • Grafico delle sezioni con indicazione di distanze parziali e progressive, pendenze, aree, deviazioni ed altro

Le sezioni si introducono cliccando l’icona dalla palette del modello del terreno o scegliendo il comando Nuova sezione dal menù Grafico.
La sezione è inserita come un poligono e può avere un qualsiasi numero di vertici.
Il poligono di sezione è terminato premendo il tasto Ritorno carrello.

Alla fine dell’introduzione appare la finestra di dialogo dei parametri della sezione.

 

  • I parametri sono:
  • Nome della sezione
  • Scala delle lunghezze
  • Amplificazione della scala delle altezze
  • Z di riferimento. Il grafico inizia da questa quota.
  • Definizione linee verticali. Le linee più vicine di questa misura sono escluse dal grafico
  • Pendenza o area progressiva. I due valori sono alternativi
  • Visibilità o no della sezione in pianta

Questi parametri possono essere modificati con un doppio click sul poligono della sezione o dal menù Dati->Sezione corrente

Grafico della sezione

La finestra del grafico della sezione si apre con il comando Sezione corrente dal menù Risultati.

La sezione mostrata è la sezione corrente.

La sezione si riferisce alla superficie corrente oppure alla differenza fra le due superfici del terreni.

I dati mostrati nel cartiglio sono i seguenti:

  • Lunghezze progressive
  • Lunghezze parziali
  • Altezze o differenze di altezza
  • Pendenze o, in alternativa, aree progressive

La sezione può essere stampata, esportata in DWG-DXF, PDF e in vari formati immagine.
Può inoltre essere copiata e incollata in altri programmi.

Per ogni vertice del poligono della sezione sono inoltre mostrate le coordinate e l’angolo di deviazione fra la direzione precedente e la direzione successiva.

Per una descrizione più esaustiva delle varie opzioni della finestra delle sezioni si rimanda al relativo capitolo.

Modifiche e correzioni

  • L’importazione dei file degli strumenti supporta anche i vecchi file con terminatore CR (ritorno carrello), non più supportato dai nuovi sistemi di sviluppo
  • Correzioni alla decodifica dei file da strumenti in caso di poligonali lanciate da altre poligonali
  • Inseriti controlli nell’importazione da strumenti

Versione 1641 – 23.2

Conversione PDF

Questa nuova funzione è diversa dalla semplice importazione PDF, in quanto importa gli elementi vettoriali del PDF, convertendoli in elementi di Nonio A (linee, poligoni, cerchi, archi, testo ecc.).

Gli elementi importati sono inseriti in un gruppo DWG-DXF, come se si fosse importato un file DWG. Possono essere modificati e trasformati.

Se il PDF contiene anche delle immagini, queste sono importate separatamente dagli altri elementi.

Se, ad esempio, importo una lettera con il logo del mittente, ogni linea della lettera è convertita in un testo di Nonio A e il logo in un’immagine.


I parametri più importanti sono:

  • La pagina da importare. Se il documento PDF è multi-pagina, possiamo scegliere quale pagina convertire.
  • Scala. Il file PDF è convertito nell’ipotesi che la scala originale del documento sia quella indicata; se è diversa le misure risulteranno più grandi o più piccole.
  • Rotazione. Il disegno convertito può essere ruotato

Tutti gli altri parametri normalmente non devono essere modificati e vanno bene i valori di default.
Il disegno o il grafico sono convertiti nella finestra corrente.

Per una descrizione dettagliata di tutti i parametri si rimanda al capitolo Converti PDF.

Ecco un un disegno PDF convertito in elementi modificabili.

Il disegno è suddiviso in layer, visibili a sinistra, che possono essere abilitati o disabilitati. In pratica funziona come le importazioni DWG-DXF.