Domus.Cad Pro

Domus.Cad Pro è un programma BIM per la progettazione tridimensionale nell’architettura e nell’ingegneria civile.

Permette di affrontare la progettazione 3D con la stessa semplicità di un progetto tradizionale e con la semplicità che permette non solo di disegnare, ma anche di progettare direttamente sul computer.

Con Domus.Cad Pro i vantaggi della progettazione BIM è evidente fino dai lavori più semplici, permettendo nello stesso tempo di affrontare progettazioni importanti inserendosi in un flusso di lavoro BIM.

Domus.Cad Pro è un programma BIM per la progettazione architettonica tridimensionale che permette di affrontare il problema del 3D con la stessa semplicità di un progetto tradizionale e con la semplicità che permette non solo di disegnare, ma di progettare direttamente su computer. Domus.Cad Pro propone molte funzioni importanti tra le quali citiamo il nuovissimo motore di rendering vettoriale, che permette di ottenere disegni dettagliatissimi con le modalità operative e la semplicità dei rendering raster. Prospetti, sezioni, prospettive, assonometrie, sezioni, spaccati, dettagli tecnici ed altro ancora possono essere ottenuti semplicemente e velocemente, senza problemi di risoluzione e con l’alta definizione e precisione di un disegno vettoriale. I tempi di apprendimento sono ridottissimi, aumentando la produttività. Inoltre, funzioni specifiche quali, ad esempio, la creazione automatica delle tavole delle demolizioni e ricostruzioni, la creazione parametrica di oggetti architettonici, l’esportazione ottimizzata in DOCFA, la ricostruzione di ambienti fuori squadra ecc. sono pensate per essere fortemente produttivi. E’ poi possibile comunicare con il committente, con gli enti, con le imprese, con altri professionisti ecc. facendo camminare il cliente, in tempo reale, nella sua casa tramite la Realtà Virtuale e comunicando informazioni nei tanti formati supportati: DWG e DXF 2D e 3D, DWF, IFC, PICT raster e vettoriale, AR.E.F., 3D Metafile, Art*lantis, 3DS, SVG, GIF, JPEG, TIFF ed altri.

Elementi architettonici

Gli strumenti di base di Domus.Cad sono costituiti da un completo insieme di elementi architettonici tridimensionali parametrici: muri, pilastri, travi, finestre, porte, scale, tetti a falda e a padiglione, elementi generici orizzontali, verticali o inclinati.

 

Fusione dei muri

Questa esclusiva e potente funzione permette la rapida creazione e modifica delle piante più complesse. Il progettista inserisce, modifica, allunga, sposta, divide, aggiunge i setti murari senza preoccuparsi mai delle connessioni, che vengono aggiornate automaticamente. La possibilità di gestire anche muri a spessore variabile o combinati con forme varie è molto importante nel recupero dei vecchi edifici.

 

Modellazione

Oltre agli elementi architettonici di base, molti altri possono essere creati con apposite funzioni di modellazione: estrusione in ogni direzione e lungo percorsi, modellazione per rotazione, generazione di muri e solai da linee e poligoni, modellazione libera della forma inferiore e superiore delle murature, taglio degli elementi, generazione di righiere e di intere strutture di solai e tetti in legno, scale di vario tipo. In questo modo è semplice costruire anche oggetti complessi quali volte a botte e crociera, cornicioni, elementidi arredo, forme di vario tipo, colonne, ringhiere, cancelli, inferriate ecc.

La modellazione include anche elementi architettonici tridimensioanli completi, quali scale a chiocciola ed elicoidali, solai e tetti in legno, ringhiere di scale e balconi, tetti con tegole e coppi tridimensionali.

 

Funzioni bidimensionali avanzate

Un insieme completo di strumenti bidimensionali permette di gestire la grafica del disegno in ogni suo aspetto: segmenti, poligoni, archi, cerchi, ellissi, testi, quotature automatiche e interattive, punti di costruzione, immagini raster, permettono di ottenere l’aspetto grafico desiderato. Anche retini di tipo bitmap, a tratteggio e a tasselli, tutti definibili dal progettista, consentono di creare tessiture varie, applicabili sia ad aree che lugo linee, curve e percorsi.

 

Cursore intelligente

Durante il disegno con il mouse il cursore intelligente trova automaticamente non solo gli estremi degli elementi, ma tanti altri punti notevoli, oltre ad allineamenti, perpendicolari, tangenti, intersezioni, intersezioni fra griglia e linee e molto altro. Un modo per disegnare a grande velocità e con grande precisione, senza mai usare la tastiera o dover cambiare funzione cliccando su varie icone o premendo scorciatoie da tastiera dimenticate.

 

Vista tridimensionale interattiva

Un’apposita finestra mostra continuamente il progetto in tridimensionale, nello stesso tempo nel quale viene disegnato e creato in pianta. Questo unisce la semplicità del disegno in pianta con il più completo controllo della tridimensionalità del lavoro. Le tecniche di Realtà Virtuale usate non solo per delle belle immagini, ma per essere di grande aiuto al progettista nello sviluppo delle sue idee. Si puo’ lavorare direttamente nella vista 3D.

 

Entrare nel progetto

La stessa finestra tridimensionale permette di muoversi a piacimento all’interno del progetto, simulando il movimento nelle varie direzioni. Non è un semplice filmato! In ogni momento possiamo decidere dove andare e, se necessario, modificare il progetto vedendone immediatamente il risultato.

 

Rendering vettoriale per viste 3D tecniche

Un motore di rendering vettoriale avanzato permette di creare viste tecniche vettoriali corrispondenti alla vista 3D interattiva. Prospetti, sezioni, prospettive, assonometrie e spaccati possono così essere generati con grande precisione e dettaglio, con gestione di colori, spessori e trasparenze. Le viste vettoriali sono automaticamente sovrapposte alla viste foto-realistiche per rappresentazioni ibride raster-vettoriali.

 

Oltre il CAD parametrico

Quando il progetto riguarda vecchi edifici o strutture non convenzionali succede spesso che i CAD parametrici non siano in grado di soddisfare le esigenze del progettita. In Domus.Cad In ogni momento è possibile uscire dai limiti dei parametri degli elementi architettonici e risolvere direttamente gli infiniti casi che si presentano nel rilievo e nella progettazione, in modo integrato con gli elementi parametrizzati.

 

Palette Inspector

La palette Ispector permette di operare con grande velocità, alternando il disegno con il mouse con la modifica e immissione diretta di misure e parametri. La palette cambia aspetto e funzioni i modo sincronizzato con le operazioni che sono in corso, rappresentando quindi anche una guida continua alle operazioni ammesse e possibili. La palette Inspector è modificabile e configurabile.

 

Informazioni contestuali di prossimità

Le informazioni contestuali in prossimità sono normalmente informazioni di tipo geometrico quali misure, aree, perimetri, volumi, altezze ecc, specifiche di elementi selezionati, che vengono visualizzate nelle immediate vicinanze degli elementi stessi, in modo da avere un’idea immediata dell’insieme senza dover togliere lo sguardo dall’oggetto sul quale stiamo lavorando e avere una serie di informazioni immediatamente disponibili senza dover effettuare altre operazioni.

 

Esportazione e importazione

Il supporto di molti formati consente la comunicazione con altri programmi sotto varie forme: IFC2x3, IFC4, DWG e DXF 2D e 3D (ottima compatibilità da Autocad™ 12, a 2017), 3DS, PICT raster e vettoriale, AR.E.F., 3D Metafile, Art*lantis, HP-GL e HP-GL/2, GIF, JPEG, TIFF, MBP, WMF.

 

Stampe e plottaggi

La gestione interna delle tavole di stampa e plottaggio permette di creare tavole multiple per ogni singolo lavoro. In ogni tavola si possono inserire parti di disegno a scale diverse ed anche parti da disco esterne al disegno corrente. Queste parti vengono aggiornate automaticamente.

 

Tavola delle demolizioni e costruzioni

Una volta disegnato lo stato attuale e futuro di un progetto, Domus.Cad crea automaticamente la tavola delle demolizioni (gialle) e ricostruzioni (in rosso).

 

Disegno da rilievi

Alcuni strumenti specifici, quali la costruzione tramite diagonali, l’inserimento tramite misure progressive, relative e polari, permettono di inserire rapidamente lo stato attuale di un edificio da recuperare. L’integrazione con DigiCad 3D permette poi di utilizzare la fotogrammetria architettonica.

 

Importazione mappe satellitari

Il modulo Map2Cad permette di importare mappe satellitari direttamente da Google Maps e di inserirle nel programma con le loro misure reali. Le mappe sono scelte tramite un navigatore interno ed importare con le loro misure reali, possono essere usate come base per la progettazione e sovrapposte ad altri tipi di mappe quali mappe catastali e PRG.

 

Modellazione del terreno

In Domus.Cad è compreso DomusTerra, programma che permette l’inserimento e la modellazione del terreno.

 

Computo e distinta dei materiali

Una sofisticata procedura interna di quantificazione permette di visualizzare in ogmi momento un computo in cui ogni elemento puo’ essere misurato in 12 modi diversi. Computazione gerarchica di oggetti composti.

 

Integrazione con altri programmi

Domus.Cad è integrato con una serie di altri programmi di Interstudio ed altri produttori, tra i quali figurano programmi di computo metrico (iT-tabulae, Tabulae.Domus e Policantieri), modellazione terreni (Nonio C e DomusTerra), calcolo strutturale (DomusWall), fotogrammetria architettonica (DigiCad 3D), rilivo topografico (Nonio), catasto (Docfa) modellazione, rendering e animazione.

 

Collegamento con programmi BIM

Tramite il formato IFC Domus.Cad è in grado di collegarsi con altri programmi BIM di tipo CAD, Impianti, Computo, Strutturali ecc, mantenendo sia le caratteristiche geometriche che tipologiche del progetto.

  • Cursore intelligente. Le palette sono una cosa comoda, ma premere le icone richiede comunque del tempo. Le scorciatoie da tastiera non risolvono sempre il problema. In Domus.Cad 14 è stata inserita una funzione di aggancio estesa che non solo permette di attaccare il cursore ad elementi notevoli quali linee, assi, centri, intersezioni ecc., ma trova automaticamente anche allineamenti, perpendicolari all’elemento di partenza o di arrivo, incroci fra elementi e la griglia, tangenti e molto altro. Ogni attacco o posizione sono segnalati tramite un apposito simbolo del cursore. Il tutto premette di disegnare in modo rapidissimo e con grande precisione.
  • Attributi degli elementi. Trasformazione automatica in testo e inserimento nel disegno di tutte le misure e quantità relative agli elementi del progetto, quali superfici, volumi, superfici inclinate, lunghezze ecc. il tutto con diverse opzioni.
  • Palette Inspector. La palette Ispector permette di operare con grande velocità, alternando il disegno con il mouse con la modifica e immissione diretta di misure e parametri. La palette cambia aspetto e funzioni i modo sincronizzato con le operazioni che sono in corso, rappresentando quindi anche una guida continua alle operazioni ammesse e possibili. La palette Inspector è modificabile e configurabile.
  • Informazioni contestuali di prossimità. Le informazioni contestuali in prossimità sono normalmente informazioni di tipo geometrico quali misure, aree, perimetri, volumi, altezze ecc, specifiche di elementi selezionati, che vengono visualizzate nelle immediate vicinanze degli elementi stessi, in modo da avere un’idea immediata dell’insieme senza dover togliere lo sguardo dall’oggetto sul quale stiamo lavorando e avere una serie di informazioni immediatamente disponibili senza dover effettuare altre operazioni.
  • Back Up automatico. Copia automatica delle versioni precedenti dei documenti assieme ad ogni salvataggio. E’ quindi possibile recuperare situazioni progettuali che altrimenti sarebbero difinitivamente perse.
  • Esplosione 3D degli elementi. Tutte le parti selezionate possono essere esplose in elementi base 3D, permettendo in questo modo modifiche e manipolazioni non presenti negli elementi originali. Anche gli elementi bidimensionali lineari possono essere “esplosi” in elementi 3D in proporzione al loro spessore, rendendo facilissima la creazione di elementi 3D filiformi di forma qualsiasi, quali, ad esempio, ringhiere, inferriate, cancelli o recinzioni.
  • Esportazione in formato IFC. L’esportazione in formato IFC2x3 e IFC4 permette di comunicare con tutti i peogrammi BIM che supportano questo formato, sia di Interstudio che di terze parti (programmi strutturali, computo metrico, impianti, acustica, risparmio energetico ecc).
  • Retini lineari. Elementi di disegno possono essere abbinati e distribuiti in vario modo a linee, poligoni e curve, consentendo di creare rapidamente percorsi, simbolismi lineari per cartografia, elementi di disegno allineati quali parcheggi, righiere, siepi, filari di alberi e tanto altro ancora, con una gestione veramente unica e avanzata.
  • Testi multilinea. Gestione dei testi multilinea fino a 32700 caratteri.
  • Ringhiere 3D generiche e per le scale. Modulo per la realizzazione di ringhiere 3D sia di tipo generico che per le scale.
  • Ottimizzazione nella generazione delle sezioni
  • Copia e incolla dei materiali
  • Rigenerazione automatica quote
  • Modulo Porte e Finestre – La gestione delle porte e delle finestre è stata profondamente rinnovata, sia nella fase d’introduzione, dove sono previste 7 diverse possibilità, che nei parametri disponibili. E’ possibile, ad esempio, inserire con un solo click del mouse una finestra di una certa larghezza posta ad una certa distanza dallo spigolo. Il programma trova automaticamente lo spigolo e posiziona correttamente la finestra. Anche nella tipologia sono previste aperture ad arco, arco ribassato, arco ellittico, ovali e rotonde. Sono state inoltre inserite le nicchie e le finestre “invisibili”. Queste ultime servono per definire aperture liberamente create dal progettitsta.
  • Quote interattive – Le quote inserite sono ora modificabili in modo interattivo, spostando i punti quota, inserendo nuovi punti quota o cancellando quelli esistenti. Le quote si aggiornano automaticamente in base alle modifiche effettuate. Tutto questo senza perdere il precedente controllo grafico, perchè sia i testi che le varie linee componenti la quota continuano ad essere liberamente modificabili.
  • Lavoro diretto in 3D – E’ possibile selezionare e lavorare direttamente nella finestra 3D. E’ possibile, ad esempio, fare un doppio click su una finestra e cambiarne ogni caratteristica, sia come posizione nel muro che come tipologia. In questo modo migliora molto la facilità di lavorare su elementi che in pianta risultano sovrapposti.
  • Gestione delle texture – Ad ogni materiale puo’ essere abbinata una texture, quali mattoni, pietre, legno, immagini varie ecc, controllando la dimensione, la rotazione, la ripetibilità in X e Y, il colore riflesso ed altri parametri.
  • Mesh. Gestione di elementi tipo mesh e loro integrazione anche all’interno degli elementi esistenti. Permette la modellazione di elementi anche complessi senza appesantire la struttura dei modelli 3D.
  • Tetti e solai. Modulo per la struttura in legno o in altri materiali di solai e tetti.
  • Tetti a padiglione. Funzione per la generazione di tetti a padiglione semplici e complessi.
  • Rototraslazione. Rototraslazione automatica di una selezione su un’altra parte del disegno con eventuale variazione di scala.
  • Muri sottoscala. Generazione automatica dei muri sottoscala.
  • Scale a chiocciola ed elicoidali Un modulo parametrico permette di generare scale a chiocciola ed eicoidali con varie forme ed opzioni, complete di ringhiere.
  • Tetti e solai in legno. Un modulo parametrico permette di generare tetti e solai con strutture in legno composte da travi principali, secondarie e tavole o mezzane.
  • Tegole tridimensionali. Un modulo parametrico permette di generare coperture tridimensionali composte da tegole e coppi.
  • Rendering OpenGl. Rendering OpenGl molto veloce e con ombre portate. Genera anche prospetti , sezioni e piante con le ombre.
  • Rendering Cartoon. Rendering tipo Cartoon con una separazione dei colori tipo cartoni animati
  • Rendering Hidden Line. Rendering HiddenLine con effetto “disegno”
  • Rayshade. Rendering RayShade con supporto delle riflessioni, raytracing, antialiasing e altro
  • Retini. Vari tipi di retini, bitmap, tratteggiati, a tasselli e scalabili completamente compatibili con quelli di AutoCad™ di Autodesk.
  • Texture. Applicazione di texture ai materiali
  • Progettazione in pianta con aggiornamento continuo dell’immagine tridimensionale
  • Viste 3D di tipo tecnico e realistico
  • Possibilità di camminare dentro il progetto
  • Funzioni dedicate semplici e potenti permettono di concentrarsi sul progetto
  • Collegamento con computo metrico, impianti termici, calcolo strutturale, modellazione del terreno, topografia e fotogrammetria architettonica.
  • Gestione interna del plottaggio e delle stampe
  • Elementi tridimensionali e bidimensionali – solai, muri, scale, finestre, porte, tetti, superfici, linee, poligoni, curve, quote, immagini, luci, fotocamera
  • Fusione dei muri per connessioni e sconnessioni automatiche
  • Estrusioni tridimensionali
  • Rotazioni, deformazioni, ribaltamenti, stiramenti, duplicazioni
  • Tagli, generazione di muri sottotetto
  • Procedure di ricostruzione di rilievi di vecchi edifici
  • Aggiornamento continuo della finestra tridimensionale renderizzata
  • Navigazione 3D in tempo reale
  • Raccordi, intersezioni, unioni
  • Luci puntiformi, direzionali e spot
  • Gestione automatica dei dati catastali metrici per DOCFA e MeCFa
  • Gestione dell’intero progetto con tutte le tavole
  • Esportazione in formato AR.E.F. per collegamento con altri programmi (computo, calcolo strutturale e termotecnica)
  • Selezione parametrica in base alle caratteristiche degli elementi
  • Classificazione degli elementi del disegno in vari gruppi e insiemi
  • Riempimenti tipo bitmap, a tratteggi e a tasselli
  • Funzione secchiello per riempimenti automatici
  • Riempimenti automatici di muri e parti sezionate
  • Costruzione di stanze fuorisquadra
  • Generazione automatica delle tavole delle demolizioni e ricostruzioni (gialli e rossi)
  • Inserimento con formule algebriche in tutti i campi numerici
  • Anteprima su documenti e librerie
  • DomusTerra. Incluso modulo DomusTerra per la modellazione del terreno
  • Generazione di scale a una rampa, a L, a U, a Z e a chiocciola
  • Moduli per la generazione di volumi e superfici di rotazione
  • Moduli per estrusione di forme generiche lungo percorsi generici
  • Distinta automatica dei materiali e computo interattivo con molte modalità di contabilizzazione
  • Lavora in coordinate reali, anche georeferenziate
  • Programmabile esternamente tramite moduli aggiuntivi
  • La potente funzione Applica Oggetto consente di applicare un oggetto di libreria ad elementi selezionati adattandone posizione, dimensione e orientamento
  • Modulo di gestione delle immagini bitmap, con gestione della rotazione, della risoluzione, del numero dei colori e della trasparenza.
  • Luce eliodonica, con il calcolo dell’illuminazione per ogni luogo in base alla data e all’ora,
  • Sistema di riferimento utente e globale
  • Nuovo motore di rendering ray tracing
  • Gestione dei piani di sfondo collegati al piano principale
  • Taglio degli oggetti con lo strumento forbici
  • Annulla ripristina multipli
  • Aiuti in linea sulle icone
  • Funzioni di ottimizzazione del disegno
Domus.Cad Std contiene tutte le funzioni di Domus.Cad Pro ad esclusione delle seguenti:

  • Esportazione DOCFA
  • Esporttazione AREF
  • Esportazione PICT
  • Esportazione BMP
  • Generazione automatica delle tavole delle demolizioni e ricostruzioni (rossi e gialli)
  • Generazione computo metrico interno e integrazione con iT-tabulae, TabulaeDomus e Policantieri
  • Conteggio dei tasselli vettoriali (per il calcolo di pavimenti e rivestimenti)
  • Generazione automatica di assonometrie isometriche, cavaliere e personalizzate. Sono invece presenti le assonometrie ottenute con proiezioni parallele.
  • Generazione automatica di scale in ferro a L, U e a chiocciola.
  • Il modulo Floor&Roof è opzionale
  • Il modulo SpiralStair è opzionale
  • Il modulo SuperRailing è opzionale
  • Il modulo StairRailing è opzionale
  • Il modulo RoofTiles è opzionale
  • Il programma di modellazione dei terreni DomusTerra è opzionale

I moduli Fllor&Roof, SpiralStair, SuperRailing e StairRailing possono essere acquistati in un apposito pacchetto. Anche il programma DomusTerra può essere acquistato separatamente.

ESPORTAZIONE IN FORMATO IFC

E’ stato aggiunto il supporto del nuovo formato IFC4 oltre al precedente IFC 2×3, L’esportazione in formato IFC permette di comunicare con tutti i programmi BIM che supportano questo formato, sia di Interstudio che di terze parti (programmi strutturali, computo metrico, impianti, acustica, risparmio energetico ecc). La nuova versione è stata ampliata e potenziata in base alle specifiche Open BIM.

 

ESPORTAZIONE DWG, DXF, DWF e SVG

Supporto dell’importazione ed esportazione delle immagini raster

 

INFORMAZIONI CONTESTUALI DI PROSSIMITA’

Le informazioni contestuali in prossimità sono normalmente informazioni di tipo geometrico quali misure, aree, perimetri, volumi, altezze ecc, specifiche di elementi selezionati, che vengono visualizzate nelle immediate vicinanze degli elementi stessi, in modo da avere un’idea immediata dell’insieme senza dover togliere lo sguardo dall’oggetto sul quale stiamo lavorando e avere una serie di informazioni immediatamente disponibili senza dover effettuare altre operazioni.

 

AGGANCIO DEI MURI

Sono state introdotte alcune modifiche nella funzione automatica dei muri per rendere più semplice, veloce e senza errori la realizzazione delle piante e del modello degli edifici.

 

VISTE VETTORIALI E RASTER MISTE

Sovrapposizione automatica di viste vettoriali e fotorealistiche per una rappresentazione che contenga contemporaneamente le ombre, le texture con le varie sfumature e il disegno tecnico.

 

ALTRE NOVITÀ…

Sono moltissime le novità di questa versione e nel complesso portano ad una evoluzione notevole del programma. Citiamo brevemente: computo di porte e finestre con valutazione del vuoto per pieno, miglioramento e ottimizzazione dellef unzioni di aggancio dei muri, testi multilinea ruotabili e molto altro ancora.

Domus.Cad Pro e Std 2.1 – Le novità

Riportiamo di seguito alcune delle novità di Domus.Cad Pro e Std 2.1 rispetto alla versione 2.0:

 

Esportazione in formato IFC

Il formato IFC (Industry Foundation Classes) è il formato standard internazionale per lo scambio di dati fra programmi BIM.

Grazie a questo formato è possibile esportare gli elementi in programmi di calcolo strutturale, calcolo di impianti, CAD, computo metrico ed altri programmi che supportano i concetti BIM, ritrovando tutte le informazioni introdotte su Domus.Cad.

Il formato ifc da un punto di vista concettuale è simile al formato AREF. Quest’ultimo infatti si basa su un protocollo pubblico comune e convenzionale teso a fornire un riferimento omogeneo per l’interscambio tra programmi diversi di informazioni geometriche, topologiche e qualitative relative agli elementi edilizi. Questo formato di esportazione è presente su Domus.Cad fin dalle sue prime versioni.

 

Esportazione dwg/dxf/binary dxf

Sono state aggiornate le librerie di importazione/esportazione DXF/DWG. Adesso la compatibilità arriva fino al formato 2014. I tipi di file riconosciuti sono dwg, dxf e binary dxf. Le versioni riconosciute vanno da Autocad 12 fino ad Autocad 2014.

 

Importazione/esportazione in formato dwf

E’ stata aggiunta l’esportazione e l’importazione in formato DWF. Questo formato è molto compatto, è usato su Internet ed è richiesto da alcune amministrazioni per il depositi deigitale dei disegni.

Formati Disponibili:

  • Binary DWF (Design Web Format) v6.0
  • Zipped Ascii Encoded 2D Stream DWF (Design Web Format) v6.0
  • Compressed DWF (Design Web Format) v5.5
  • Binary DWF (Design Web Format) v5.5
  • Ascii DWF (Design Web Format) v5.5
  • Compressed DWF (Design Web Format) v4.2
  • Binary DWF (Design Web Format) v4.2
  • Ascii DWF (Design Web Format) v4.2
  • XPS (DWFX) XML Paper Specification

Esportazione formato Scalable Vector Graphics (SVG)

Il formato svg è uno standard di fatto per le immagini vettoriali delle pagine web.

Questo formato è compatibile con i più diffusi editor di immagini vettoriali come Adobe Illustrator, FreeHand, Corel Draw, inkscape etc.

 

SuperPipe

Il modulo SuperPipe è stato migliorato e ampliato

Adesso è possibile utilizzare una selezione di segmenti, curve e spezzate come elemento generatore invece che una sola spezzata come nella versione precedente.

I materiali utilizzati nell’oggetto creato sono quelli dell’elemento generatore selezionato. (nella versione precedente l’oggetto creato aveva un solo materiale, quello attuale.

Nel caso in cui è attiva l’opzione origine locale (asse di colore blu) come centro del profilo viene preso questo non è più quello dell’origine globale.

Ecco un esempio:

SuperPipe

 

SuperRot

Analogamente al modulo SuperPipe è stata aggiunta la possibilità di scegliere come centro di rotazione l’origine relativa.

Inoltre possiamo utilizzare una selezione di segmenti, curve e poligoni come elementi di generazione

I materiali utilizzati nell’oggetto creato sono quelli dell’elemento generatore selezionato. (nella versione precedente l’oggetto creato aveva un solo materiale, quello attuale.

Vediamo un esempio:

Novita_Domus_Cad_2_1_html_m380b20dSuperRot

E’ possibile tracciare il profilo usando indipendentemente spezzate e segmenti senza aver la necessità di trasformare tutti gli elementi in un’unica spezzata.

 

Nuova guida e nuovi filmati

E’ stata aggiornata la guida del manuale, richiamabile direttamente dall’interno del programma (menù “Aiuto” su mac os x e menù “?” su windows.)

Nella guida sono stati aggiunti dei filmati con audio che possono essere visionati in qualsiasi momento senza dover uscire dal programma.

I filmati sono dei brevi tutorial in cui vengono descritte molte situazione che vanno dalle operazioni più elementari come l’inserimento dei muri a situazione complesse come l’utilizzo avanzato dei moduli.

Domus.Cad Pro e Std 2 – Le novità

Riportiamo di seguito alcune delle novità di Domus.Cad Pro 2 rispetto a Domus.Cad Pro:

  • Palette Inspector. La nuova palette Ispector permette di operare con grande velocità, alternando il disegno con il mouse con la modifica e immissione diretta di misure e parametri. La palette cambia aspetto e funzioni i modo sincronizzato con le operazioni che sono in corso, rappresentando quindi anche una guida continua alle operazioni ammesse e possibili. La palette Inspector è modificabile e configurabile.

 

  • Modulo RoofTiles. Le tegole, specialmente quelli tipiche italiane formate da coppi, non sono ben rapprsentate da texture perchè hanno forme con rilievi accentuati. Il nuovo modulo RoofTiles permette di creare rapidamente superfici di tetti con varie combinazioni di tegole e coppi.

 

 

 

  • Modulo Super2Dto3D. Un modo diferso e molto efficace per creare rapidamente modelli tridimensionali anche complessi partendo da semplici disegni bidimensionali. Ad esempio, un disegno bidimensionale di un cancello stile liberty è trasformato rapidamente in un cancello con i motivi floreali in 3D oppure un disegno bidimensionale di una pianta è trasformato nel corrispondente modello 3D.

 

   

  • Computo integrato con iT-tabulae. Il computo generato da Domus.Cad può essere inserito dentro la nuova applicazione WEB iT-tabulae di computo metrico estimativo. Ricordiamo che iT-tabulae è una applicazione gratuita di Interstudio Tools, che permette di creare computi metrici estimativi in modo semplice e veloce accedendo con qualsiasi browser Internet. Maggiori informazioni su iT-tabulae …

 

 

  • Arrotondamento spezzate. Spezzate e poligoni possono essere arrotondate molto semplicemente con curve di bezier tramite un cursore che controlla l’arrotondamento. Le curve cosìottenute possono anche essere utilizzate per creare elementi tridimensionali (ad esempio con Super2D3D).
  • Acquisisci proprietà. Le proprietà e i parametri di un elemento selezionato possono essere acquisite come valore corrente di default.
  • Rotazione delle immagini. La rotazione delle immagini è stata inserita in tutte le operazioni di disegno, anche senza utilizzare i comandi di PictRot come nella versione precedente. Ad esempio il comando di rototraslazione grafica con eventuale riscalatura è applicabile anche ad una selezione di elementi contententi immagini.
  • Altre novità.Sono moltissime le novità di questa versione e nel complesso portano ad u na evoluzione notevole del programma. Citiamo brevemente: posizioni configurabili di default 2D, 3D e 3D vettoriale, apertura diretta dei piani dall’impaginazione, messaggi interattivi in tracciamento e modifica, ripristino dei parametri di istallazione ed altro ancora.

  • Windows XP, 7, 8 e 10
  • Mac Os 10.6, 10.7, 10.8, 10.9, 10.10, 10.11 e 10.12 con processore Intel